Come Creare un Sito di Notizie: 7 Facili Step per il Successo

Sommario

#1. Step 1: Nicchia e Target
#2. Step 2: Modelli di Business della Piattaforma di Notizie
#3. Step 3: acquisto del marchio e del dominio
#4. Step 4: piattaforma CMS e design UX / UI
#5. Step 5: Fonti di Contenuti di Qualità
#6. Step 6: Regole Utilizzo Contenuti
#7. Step 7: Strategia di Marketing

Avete domande?
Yuri Musienko
scrivi all'autore
Merehead è una società di sviluppo leader

Oggi, lanciare un sito di notizie è più facile che mai. Per farlo non servono competenze di programmazione, web design e il talento di uno scrittore - bastano solo un’idea e la voglia di lavorare sodo. Puoi farcela senza troppi soldi, se ci provi. Come farlo è descritto nel nostro articolo. Le istruzioni consistono di sette semplici passi che tutti possono seguire.

Step 1: Nicchia e Target

Stranamente, la cosa più importante e difficile nel lanciare un portale di notizie è la scelta di ciò di cui parlerà ai visitatori. Sì, puoi semplicemente creare un sito web e scriverci di tutto, copiando i contenuti dei siti più popolari (BBC, Fox News o The New York Times), ma non aspettarti di aver successo con un progetto del genere, perché i tuoi contenuti non saranno unici (nuovi), rimarrai costantemente indietro nel tempo e avrai un basso posizionamento nei motori di ricerca.

È molto più corretto scegliere una nicchia specifica e concentrarsi su un target separato. Ad esempio, si può scegliere la nicchia “notizie sportive” e il target “atleti”, “europei” o “studenti americani”. Per ognuno di questi target di riferimento avrai bisogno di contenuti diversi:

  1. Gli atleti hanno bisogno di informazioni sui principali eventi, sui cambiamenti nelle regole di selezione per i tornei e sulle leggi antidoping, sulla ricerca di nuovi volti da parte degli inserzionisti e simili - questo è importante per gli atleti stessi e per la loro carriera.
  2. Gli europei, in quanto pubblico di riferimento a parte, hanno bisogno di informazioni sui principali eventi sportivi, sull’esito di partite e tornei, storie sugli atleti (trasferimenti a un altro club, matrimoni, guida in stato d’ebbrezza) e altre cose comuni.
  3. Gli studenti americani vorranno conoscere i principali eventi delle leghe sportive studentesche degli USA e del Canada, ottenere informazioni sul reclutamento di nuovi giocatori da parte delle squadre più importanti, infortuni degli atleti, cambiamenti nelle regole, ecc.

E questi non sono gli unici gruppi target interessati allo sport. Si può anche guardare al tema dello sport attraverso il prisma del gioco d’azzardo, della scienza e della medicina, dell’intrattenimento, dello spettacolo (notizie sui VIP), del marketing, ecc. Questo vale per quasi tutte le nicchie, sia che si tratti delle notizie della vostra città, della scienza, dell’economia, della politica, del cinema o della Cina.

analysis of search queries in Google Trends How to Start a News Website

Un esempio di analisi delle ricerche su Google Trends sui temi delle notizie sportive, della scienza e di Springfield

Quando si lancia un sito di notizie, è necessario scegliere una nicchia e un target con un numero minimo di concorrenza e un pubblico sufficientemente ampio. La dimensione del pubblico è importante, in quanto da essa dipenderà il reddito del sito. Ad esempio, è possibile pubblicare notizie su eventi in una piccola città sconosciuta. Molto probabilmente non avrete concorrenza, ma nemmeno lettori con inserzionisti.

La scelta della nicchia e del target dovrebbe essere fatta in base a:

  1. Conoscenze e preferenze personali. È meglio creare contenuti che conosci bene e di cui non ti stancherai dopo un paio di mesi.
  2. Analisi delle ricerche. Possono essere tracciate utilizzando Google Trends.
  3. Analisi della concorrenza. Non è necessario non averne. Ti basta creare un sito web con un design e un contenuto migliore.
  4. La disponibilità di notizie. Importante per lo sviluppo di nicchie. Per esempio, 20-30 anni fa c’erano pochissime notizie sull’intelligenza artificiale o sui big data, quindi non aveva senso creare siti separati per queste nicchie.

Step 2: Modelli di Business della Piattaforma di Notizie

Siti comuni. Lo schema di lavoro di quasi tutti i siti di notizie è abbastanza semplice: tu o i tuoi dipendenti cercate notizie, le riscrivete e le pubblicate sul vostro sito. L’unica differenza tra di loro è il modo in cui guadagnano:

  1. La pubblicità diretta da marchi di terze parti e Google Ads è il modo più popolare per monetizzare il tuo sito. La differenza tra i due è che nel primo caso controlli tu l’aspetto e il contenuto della pubblicità, e nel secondo sei responsabile degli algoritmi di Google.
  2. Abbonamento e contenuti premium. Per accedere ai contenuti, i visitatori devono emettere un abbonamento mensile o annuale. Alcuni siti dividono i contenuti in gratuiti (notizie) e a pagamento (materiali analitici, interviste, statistiche, informazioni privilegiate, ecc.)
  3. Vendita di singoli articoli. Per leggere l’articolo, è necessario pagare da 1 a 50 dollari. Tipicamente, tale modello è utilizzato da portali di notizie specializzati che pubblicano notizie con commenti e analisi di specialisti.
  4. Nessuna monetizzazione. Molti siti statali, senza scopo di lucro e scientifici non guadagnano denaro sui loro visitatori. Prendono soldi dal bilancio dello stato, dalle donazioni, da sponsor e investitori.

Siti di Notizie Scientifiche. Dobbiamo anche menzionare il modello di business delle riviste scientifiche con pubblicazione a pagamento. Tali siti richiedono dai 10 ai 2000 dollari agli scienziati per la pubblicazione dei loro articoli sul sito. I testi sono scritti da scienziati. Il denaro va a pagare i servizi dei revisori (gli scienziati che controllano la qualità della ricerca e i loro risultati), le infrastrutture e la poligrafia (illustrazioni aggiuntive).

L’accesso ai contenuti di tali siti può essere gratuito o a pagamento per ogni articolo (ricerca scientifica). Per le istituzioni educative e scientifiche, l’accesso è di solito completamente gratuito.

Step 3: acquisto del marchio e del dominio

Nome. Idealmente, dal nome del tuo portale l’utente dovrebbe capire immediatamente che si tratta di un sito di notizie e che tipo di notizie ci sono. Allo stesso tempo, bisogna anche tenere conto delle specificità della nicchia selezionata e del gruppo target. Ad esempio, negli USA esiste la pubblicazione The Washington Post, quindi se ti chiami The Springfield Post gli americani capiranno che si tratta di notizie di Springfield. In altri paesi, la gente potrebbe pensare che questo sia un sito di posta di Springfield.

Un altro esempio è l’uso del gergo e di termini specifici. Quindi, se volete scrivere notizie sulla tecnologia e/o sul software, potete chiamare il sito Geek news, Geek word o Geek report. In altre aree potete trovare parole o frasi specifiche simili grazie alle quali scoprirete di cosa tratta il sito: iNews, MMOWorlds, EMc2 News, ecc.

Dominio. Un altro fattore importante nella scelta di un nome è se il dominio giusto (nome del sito) è libero. Potete scoprirlo su Checkdomain, GoDaddy, o su un altro sito simile. Il controllo deve essere fatto per le zone principali (.com, .net e .org), regionali (se il sito è focalizzato su una regione separata) e altre due: .info e .news. Naturalmente, è meglio acquistare un dominio nella zona .news, poiché questo indicherà immediatamente le specifiche del sito e allo stesso tempo semplificherà la scelta del nome.

Checking Geek Domain How to Start a News Website

Verifica Disponibilità Dominio Geek su Checkdomain

La maggior parte dei nomi di dominio interessanti sono probabilmente occupati, quindi trova immediatamente 10 o più nomi di siti e verifica la disponibilità dei domini selezionati. Se tutto è preso, usa acronimi e abbreviazioni, ma ricorda che dovrebbero anche indicare notizie e una nicchia.

Step 4: piattaforma CMS e design UX / UI

CMS platforms How to Start a News Website

Statistiche sull’utilizzo delle piattaforme CMS all’inizio del 2019

Scegliere una Piattaforma CMS. Per creare un sito di notizie, è necessario selezionare un software per organizzare il processo di creazione congiunta, pubblicazione, editing e gestione dei contenuti. Tale software si chiama CMS (Content management system). Il CMS più popolare è WordPress. Viene utilizzato dal 30% di tutti i siti web, tra cui Forbes, The New York Times, CNN, Wall Street Journal e National Geographic.

CMS WordPress è gratuito, facile da imparare e ha il maggior numero di temi (modelli) e plugin, e la maggior parte degli sviluppatori web, redattori, copywriter e designer lo conoscono, il che semplifica la selezione del personale. I plugin e i temi possono essere gratuiti o a pagamento.

Scelta del Design del Sito. In superficie tutti i siti di notizie sono molto simili tra loro: un news feed composto da titoli e barre laterali con link a testi analitici e interviste rilevanti, insieme a molta pubblicità sotto forma di banner, pop-up e video. Allo stesso tempo, a volte c’è molta pubblicità, che è il problema principale dei portali di notizie.

Questo tipo di design si adatta sia ai proprietari dei siti web che agli utenti, a condizione che non ci sia troppa pubblicità e che non sia invadente. Il collage seguente mostra altri problemi dei siti di informazione:

Common Issues How to Start a News Website

“Common Issues in News and Information Websites” di Brad Kolbow

Se decidi di utilizzare WordPress CMS, piuttosto che crearlo da zero, allora la possibilità di selezionare e personalizzare il design dipenderà da:

  1. Se si utilizza un tema predefinito, come NewsMag, NewsCard o SuperMag. In questo caso, le impostazioni dell’aspetto saranno molto limitate, così come la possibilità di formattare il testo. Le limitazioni possono essere estese attraverso i plugin, ma potrebbero esserci problemi di compatibilità.
  2. Se si utilizza un tema vuoto, come Astra o Oceanwp, in combinazione con i progettisti del tema Elementor. In questo caso, crei un sito da vari moduli (intestazione, piè di pagina, colonne, barre laterali, ecc.), scegli uno schema di colori e ottieni più opzioni per la formattazione del testo. I temi base e il costruttore sono shareware.
  3. Se si sviluppa un tema WordPress da zero. L’opzione migliore se hai bisogno di un design e / o funzionalità uniche. Ma allo stesso tempo, questa è l’opzione più costosa - da 200 a diverse migliaia di dollari.
 

I temi predefiniti possono costare da $0 a $150, acquistando un tema base e un designer - da $60 a $250 per argomento e da $50 a $150 al mese per l’accesso alle caratteristiche premium del designer. Lo sviluppo di un nuovo tema WordPress costa tra $100 e $20.000.

Step 5: Fonti di Contenuti di Qualità

Aggregatori di Notizie. Siti web che raccolgono i titoli delle notizie su una moltitudine di portali e forniscono un link per andare ai testi completi. Possono essere utilizzati per tracciare gli eventi e le tendenze attuali, ma con cautela, poiché tali siti non sono responsabili dell’accuratezza, dell’affidabilità o della pertinenza delle intestazioni e delle pubblicazioni.

I siti web ufficiali dei servizi governativi, delle aziende, delle organizzazioni non profit e dei privati. Sono la fonte migliore, se dovete fare riferimento all’originale, ma dovete ricordare che i servizi stampa presentano le informazioni in una forma che è vantaggiosa per sé e spesso mancano le cose per loro svantaggiose.

Altri siti di notizie. Si tratta di portali come il New York Times, il Washington Post o Nature. Su tali siti è bene tenere traccia delle analisi, delle interviste e degli insider. Devi anche tenere traccia dei contenuti sui siti di notizie regionali, se hai scelto una nicchia di questo tipo.

Pagine di Social Media e Blog. La principale fonte di contenuti per i siti di notizie su celebrità, atleti, musicisti o politici. Di solito è sulle loro pagine che la gente riporta qualcosa di interessante o importante. Allo stesso tempo, è necessario tenere traccia delle pubblicazioni non solo delle personalità dei media, ma anche dei loro parenti, amici, conoscenti, colleghi e vicini di casa. Spesso (di loro spontanea volontà o per caso) diventano fonti di contenuti interessanti.

Step 6: Regole Utilizzo Contenuti

Giurisdizione. Tutti i paesi hanno una legislazione che disciplina i diritti d’autore su testi, immagini e video. In alcuni Paesi ci sono anche altre restrizioni relative alla propaganda di terrorismo, razzismo, intolleranza religiosa e altri. In altri luoghi, la propaganda dell’omosessualità o di una religione e di un’ideologia straniera è proibita. Studiale prima di lanciare il tuo sito per evitare controversie legali, che possono portare non solo a multe, ma anche a una pena detentiva.

Regole dei Motori di Ricerca. I motori di ricerca come Google, con risultati di ricerca naturali, danno priorità ai contenuti unici. Le regole che determinano l’unicità dei contenuti sono solitamente nascoste. Agli utenti di Internet vengono fornite solo informazioni generali, e non come gli algoritmi decidono cosa è unico e cosa no. Tuttavia, questo è sufficiente per capire che una semplice copia del testo porterà a un calo di valutazione o al blocco del sito. Per evitarlo, abbiamo bisogno di copywriter che riscrivano il testo della notizia con parole proprie.

Fonte del contenuto. Le regole per l’utilizzo di contenuti da social network, stock di foto o altri siti di notizie sono di solito soggette alle leggi del paese in cui è registrata la fonte del contenuto e ai termini dell’accordo con l’utente.

Quindi, nella maggior parte dei paesi, è possibile utilizzare le foto prese da siti di notizie, se si specifica la fonte. Mentre è meglio non utilizzare foto e video dai social network senza l’autorizzazione della fonte o utilizzare un link HTML ai contenuti di Instagram, Twitter e YouTube, ovvero utilizzare un iframe. I repost non sono considerati contenuti in prestito.

Step 7: Strategia di Marketing

I metodi di promozione dovrebbero concentrarsi sul pubblico selezionato e sul target. Ad esempio, i millennial preferiscono leggere le notizie su Facebook, mentre gli anziani preferiscono una, a volte due, pubblicazioni che riflettono le loro preferenze politiche ed etiche. Un altro esempio: le donne preferiscono Instagram, gli uomini preferiscono YouTube. E ci sono molte di queste sfumature.

Ecco alcune linee guida generali per le tue principali fonti di traffico:

  1. “Traffico dei segnalibri”. I visitatori che hanno inserito un segnalibro nel sito o che hanno scaricato l’applicazione del sito, così come quelli che leggono la newsletter via e-mail. Di solito si tratta di persone di età superiore ai 30 anni che sono interessate al proprio campo professionale o hobby. I giovani tendono ad ignorare tutto questo.
  2. Utenti degli aggregatori. Nella maggior parte dei casi, questi sono tuoi colleghi e vari esperti che seguono gli eventi chiave e le tendenze di un paese, di un singolo settore, o per un singolo marchio/persona.
  3. Risultati della ricerca. Visitatori casuali che si sono interessati ad alcune notizie e hanno inserito una query corrispondente in un motore di ricerca. Di solito si usa la SEO per aumentare il loro numero, ma questo non è adatto ai siti di notizie. A meno che tu non i possa usare spesso la formula “notizie + nome di nicchia”, per esempio “notizie di tecnologia”, “notizie di Parigi” o “notizie + Trump”.
  4. Social network. Idealmente, per promuovere il sito è necessario creare contenuti virali: post con molti repost. I siti di notizie lo fanno con intestazioni e immagini clickbait.

Un’altra regola importante: notizie come “Kim Kardashian avvistata in un nuovo provocatorio bikini” guadagneranno molte più visualizzazioni rispetto alla notizia “Gli scienziati hanno finalmente imparato a trattare il sarcoma”. Questa è la natura delle persone, quindi se vuoi davvero creare un sito di notizie popolari, non affidarti solo a “onestà, precisione e imparzialità”.

Usa il clickbait! Anche Nature, il sito di notizie più scientifico del mondo, lo fa.

Feedback dei nostri clienti

Sviluppo di un ecosistema complesso basato sulla tecnologia blockchain

Avete domande?

Nome *
Email *
Telefono
Messaggio
 

Avete domande? Puoi scriverci.

Whatsapp

Dal 2015 aiutiamo a portare la tua idea al prodotto di qualità.

Iscriviti alla nostra Newsletter